Stampa questa pagina

Lo Statuto di Registrarte - The statute of Registrarte

English version below

 

REGISTRARTE

Associazione Italiana Registrar Opere d'Arte

STATUTO

1. E' costituita in Roma l'Associazione denominata ASSOCIAZIONE ITALIANA REGISTRAR; la forma abbreviata è REGISTRARTE e potrà essere utilizzata in tutti gli atti e i documenti ufficiali.

2. L'Associazione ha sede in Roma.

3. L'Associazione è apolitica, apartitica e non ha finalità di lucro. Essa ha durata illimitata e può essere sciolta a norma del successivo articolo 19.

4. L'Associazione si propone come punto di riferimento per tutti coloro che operano nel campo della gestione di collezioni museali e dell'organizzazione di mostre e che intendono impegnarsi per elevare gli standard professionali del settore.
Sono scopi primari dell'Associazione:
- Definire e promuovere il profilo professionale e le competenze del Registrar al fine di ottenerne il riconoscimento, sia in ambito pubblico che privato.
- Promuovere attività di ricerca, studio e divulgazione su mezzi, metodi, procedure, consuetudini e tutto ciò che concerne la gestione delle collezioni, la circolazione delle opere d'arte e l'organizzazione delle mostre.
- Favorire lo scambio di idee, conoscenze e know-how tra tutti coloro che operano in questo campo.
- Definire un codice deontologico, sottoscritto dagli associati.
- Promuovere la definizione di standard di qualità delle prestazioni professionali.
- Stimolare il dibattito sulle tematiche di maggior interesse per il settore.
- Favorire le relazioni con i professionisti di settori affini in ambito internazionale.

Per il conseguimento di tali fini l'Associazione si propone di richiamare l'attenzione delle istituzioni e dell'opinione pubblica per mezzo di conferenze, pubblicazioni, corsi di formazione, seminari, convegni e quant'altro possa favorire le relazioni tra i soci o risultare utile al raggiungimento delle proprie finalità.
Per assolvere ai propri compiti l'Associazione potrà confederarsi con altre associazioni o istituti, anche a carattere internazionale, che perseguano simili o analoghi obiettivi.

5. I soci sono ammessi a giudizio insindacabile del Consiglio Direttivo. Le domande devono essere corredate da curriculum professionale.

6. Sono previste le seguenti categorie di soci:

Soci fondatori:
Sono tutti i firmatari del presente statuto.

Soci Ordinari:
Possono essere Soci Ordinari tutti i cittadini italiani o gli stranieri attivi in Italia che operino nel campo della gestione di collezioni museali, dell'organizzazione di mostre o della circolazione di opere d'arte (sia all'interno della Pubblica Amministrazione, sia in strutture private o come liberi
professionisti) e che siano in possesso dei requisiti indicati alla lettera A o B.
a) Diploma di laurea o diploma universitario triennale in materie attinenti ai beni culturali unito ad un'esperienza di lavoro nel settore dell'organizzazione di mostre, gestione di collezioni (inventario e catalogazione, gestione dei prestiti, movimentazione di opere d'arte), circolazione dei beni culturali (esportazione, importazione, autorizzazioni al prestito) della durata di almeno due anni (inclusi gli stages in Italia e all'estero).
b) Avere un'esperienza professionale almeno quinquennale in uno dei seguenti campi di attività: organizzazione di mostre, gestione di collezioni (inventario e catalogazione, gestione dei prestiti, movimentazione di opere d'arte), circolazione dei beni culturali (esportazione, importazione, autorizzazioni al prestito).

Soci Onorari:
Possono essere Soci Onorari tutti i dirigenti di Enti pubblici e privati, soprintendenti, direttori di musei, biblioteche o archivi, funzionari o conservatori di musei, sia pubblici che privati, tutte le personalità del mondo scientifico o culturale che scelgono di sostenere le iniziative dell'Associazione e che possono contribuire al raggiungimento delle sue finalità.

Soci Sostenitori:
Possono essere Soci Sostenitori gli Enti Pubblici, le persone fisiche o giuridiche che, in aggiunta alla quota associativa, sostengano le attivit\u00e0 dell'Associazione tramite il versamento di un contributo spontaneo.

7. Tutti i Soci, tranne i Soci Onorari, sono tenuti al versamento della quota associativa annuale fissata dal Consiglio Direttivo. Il versamento della quota annuale deve avvenire nel trimestre ottobre-dicembre ed ha validità dal 1 gennaio al 31 dicembre dell'anno successivo. Il rapporto con il Socio che contravvenga alle norme delineate nel presente Statuto viene sciolto con delibera di esclusione presa a maggioranza dal Consiglio Direttivo.

8. L'Associazione è formata dai seguenti organi:
- l'Assemblea generale dei soci;
- il Consiglio Direttivo;
- il Presidente;
- il Vice Presidente;
- il Collegio dei Revisori.

9. L'Assemblea generale dei soci rappresenta la totalità degli iscritti. Essa viene convocata dal Presidente su delibera del Consiglio Direttivo in sede ordinaria almeno una volta l'anno per l'approvazione del bilancio sociale e per discutere gli argomenti all'ordine del giorno; in sede straordinaria ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno o lo richieda per iscritto almeno un terzo dei soci. Hanno diritto di voto i soci in regola con il pagamento delle quote associative.
L'Assemblea può essere convocata tramite lettera, fax, e-mail o telefono con almeno due settimane di anticipo.

10. Le deliberazioni dell'Assemblea sono valide in prima convocazione se approvate dalla maggioranza (metà più uno) degli aventi diritto al voto e, in seconda convocazione, dalla maggioranza dei partecipanti qualsivoglia sia il numero di soci presenti con diritto di voto.

11. Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni e si compone di un numero di Consiglieri compreso tra 5 e 11, tra cui il Presidente. Esso si riunisce su convocazione del Presidente o a richiesta dei componenti.

12. Spetta al Consiglio Direttivo:
- eleggere nel proprio ambito il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario, il Tesoriere e nominare i tre componenti del Collegio dei Revisori dei Conti;
- garantire l'osservanza dello Statuto;
- fissare il programma annuale dell'attività dell'Associazione;
- determinare l'ammontare della quota associativa e le modalità di versamento della stessa;
- disporre l'ordinamento, i servizi e la gestione ordinaria dell'Associazione autorizzando le relative spese;
- deliberare sull'ammissione dei soci;
- esaminare preventivamente ogni questione da sottoporre all'Assemblea dei soci.

13. Il Consiglio Direttivo è convocato almeno quattro volte l'anno dal Presidente oppure su richiesta di uno dei suoi membri. La convocazione avviene tramite lettera, fax, e-mail o telefono almeno tre giorni prima della data fissata. Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando sono presenti almeno 3/5 dei componenti e delibera con voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di  parità prevale il voto del Presidente.

14. Il Presidente è il legale rappresentante dell'Associazione, sovrintende al suo funzionamento e dà esecuzione alle delibere del Consiglio Direttivo. In caso di assenza o impedimento è sostituito dal Vice Presidente.

15. Il Segretario generale compila i verbali delle sedute del Consiglio Direttivo, custodisce l'archivio ed espleta le pratiche d'ufficio.

16. Il Tesoriere ha il compito di riscuotere le quote associative, tenere la contabilità e predisporre il bilancio da sottoporre al Consiglio Direttivo. L'esercizio sociale decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno. I risultati dell'esercizio sociale saranno resi noti all'Assemblea dei Soci entro il 31 marzo. Per l'espletamento delle sue funzioni il Tesoriere può avvalersi della collaborazione di altri soci o di consulenti esterni.

17. I Revisori dei Conti, che eleggono nel loro seno il Presidente del Collegio e che possono essere scelti anche all'esterno dell'Associazione, vigilano sulla gestione economica dell'Associazione, controllano e firmano i bilanci.

18. L'Associazione è finanziata dalle quote associative versate dai soci, da eventuali contributi erogati dallo Stato o da altri Enti pubblici o privati, o dai Soci sostenitori.

19. L'Associazione può essere sciolta per deliberazione dei quattro quinti dei Soci. La liquidazione è regolata dalle norme del Codice Civile.

20. Gli organi dell'Associazione non hanno diritto ad alcuna retribuzione. Può essere loro riconosciuto un rimborso spese qualora l'impegno sia rilevante. Le cariche sociali hanno durata triennale.

21. Il presente statuto può essere modificato dall'Assemblea generale dei soci solo in presenza della metà più uno degli aventi diritto al voto.

22. Per quanto non espressamente indicato nel presente statuto è valida la normativa del codice civile.

Norme transitorie:

24. L'Associazione viene amministrata nel corso dei primi tre anni dalla sua costituzione dal Consiglio Direttivo nominato dai Soci fondatori; esso dà inizio all'attività, promuove l'Associazione e raccoglie le necessarie adesioni.

 

Roma, 20 novembre 2000

Tra i soci fondatori che hanno firmato l'atto costitutivo di Registrarte, figurano:
Maria Grazia Medici Benini, Mibac, Roma;
Orsola Bonifati, Istituto Nazionale per la Grafica, Roma;
Flaminia Bonino, Palaexpo, Roma;
Daniela Cecchini, Mibac, Roma;
Giovanna Coltelli, Gnam, Roma;
Tiziana Giuberti, Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara;
Cristina Intelisano, Mibac, Roma;
Ginevra Mariani, Istituto Nazionale per la Grafica, Roma;
Maria Vittoria Marini Clarelli, Gnam, Roma;
Federica Pirani, Comune di Roma, Sovraintendenza ai Beni Culturali, Roma;
Andrea Enrico Rossi, Zètema Progetto Cultura srl, Roma;
Kathryn Lucinda Spurrell, Arthemisia, Milano;
Barbara Tomassi, Gnam, Roma.

 

English version

 

 

REGISTRARTE

Italian Association of Registrars of Artworks

STATUTE


1. The ITALIAN REGISTRAR’S ASSOCIATION is an association governed by the present statutes; the abbreviated form is REGISTRARTE and it may be used in all official acts and documents.

2. The Organization’s headquarters are located in Rome.

3. The Association has no political or party affiliations and is non-profit in nature. It is unlimited in duration and may be dissolved according to the procedure laid out in Art. 19 below.

4. The Association seeks to be a point of reference for all those who are active in the management of museum collections and in the organization of exhibitions and who actively seek to raise the professional standards of the field.
The primary aims of the Association are:
- to define and promote the professional profile and competences of the Registrar to the end of achieving recognition in both the public and private sectors;
- to promote activities of research, study and divulgation as to the means, methods, procedures, conventions, and everything that has to do with the management of collections, the circulation of artworks and the organization of exhibitions;
- to facilitate the exchange of ideas, knowledge and know-how among all those who are active in the field;
- to define a code of professional ethics, to be signed by all members;
- to contribute to the definition of quality standards of professional performance;
- to stimulate discussion on issues of particular interest in the field;
- to facilitate relations with professionals in related fields who are active abroad.
In pursuit of these aims the Association intends to attract the attention of institutions and public opinion by means of conferences, publications, training courses, seminars, meetings and whatever else might foster relations among members or appear useful to the attainment of the Association’s ends.
In order to perform the task set out for itself, the Association may enter into confederative relations with other associations or institutes, at home or abroad, that pursue similar or analogous objectives.

5. Members are admitted pending the irrevocable judgement of the Executive Board. Applications must be accompanied by a CV detailing work experience.

6. Members may be of one of the following categories:

Founding members:
These are the signatories of this Statute.

Ordinary members:
Ordinary membership is open to all Italian and foreign citizens active in Italy who work in the field of the management of museum collections, the organization of exhibitions or the circulation of artworks (whether in the public administration, in private institutions or as freelance professionals), and who possess the requisites in letter A or B below:
A) a university degree or a three-year university diploma in subjects pertaining to cultural heritage together with work experience in the field of organizing exhibitions, managing collections (inventory and cataloguing, handling loans, transporting artworks), the circulation of artefacts of cultural heritage (export, import, authorization of loans) of the duration of at least two years (including internships in Italy and abroad);
B) at least five years of work experience in one of the following areas: organization of exhibitions, management of collections (inventory and cataloguing, handling loans, transporting artworks), the circulation of artefacts of cultural heritage (export, import, authorization of loans).

Honorary Members:
Those eligible to become Honorary Members are managers of public and private institutions, superintendents, directors of museums, libraries and archives, museum officials and curators, both public and private, and all those in the scientific and cultural spheres that choose to support the initiatives of the Association and that can contribute to the achievement of its aims.

Sustaining Members:
Sustaining Members are the public institutions, natural persons and legal entities, which, in addition to paying the regular membership fee, support the activities of the Association through voluntary contributions.

7. All members, with the exception of Honorary Members, are obliged to pay annual membership dues, the amount of which is determined by the Executive board. Payment must be made in the October/December quarter and covers the period from 1 January to 31 December of the following year. A Member who violates the regulations set out in this Statute may be expelled with a majority vote in the Executive Board.

8. The Association is composed of the following components:
- the General assembly of the members;
- the Executive Board;
- the President;
- the Vice President;
- the College of Auditors.

9. The General assembly of the members represents the totality of the membership. The Assembly is called by the President on behalf of the Executive Board for ordinary meetings at least once a year to approve the budget and discuss the points on the agenda. Special meetings are called when the Board deems this appropriate or if at least one third of the members present written request. Members who are up to date with their fee payments are entitled to vote.
Meetings can be called by letter, fax, email or telephone with at least two weeks notice.

10. The deliberations of the Assembly on first convocation are binding if approved by the majority (50% plus one) of those entitled to vote and, on second convocation, by the majority of the participants regardless of the number of members presents with the right to vote.

11. The Executive Board remains in office for three years and is composed of between five and eleven components, including the President. Meetings of the Board are called by the President or on request by the members of the Board.

12. The Executive Board:
- elects from among its members the President, the Vice President, the Secretary, and the Treasurer and appoints the three members of the College of Auditors;
- ensures that the Stature is observed;
- defines the annual program of the activities of the Association;
- determines the amount of membership fees and terms of payment;
- sets out the rules, services, and ordinary management of the Association and approves the relative expenditures;
- deliberates the admission of members;
- examines all issues to be brought before the Assembly.

13. The Executive Board is called to meet at least four times per year either by the President or by one of its members. Meetings are called by letter, fax, email or telephone at least three days before the appointed date. The Executive Board (which functions legitimately when 3/5 of the components are present) deliberates with a favourable vote of the majority of those present. If the vote is even the President’s vote determines the outcome.

14. The President is the legal representative of the Association, oversees its proper functioning, and sees to the execution of the deliberations of the Executive Board. When the President is absent, he or she is substituted by the Vice President.

15. The Secretary draws up the minutes of the meetings of the Executive Board, maintains the archive, and handles the office work.

16. The Treasurer is responsible for collecting fees, keeping accounts, and preparing the budget to be submitted to the Executive Board. The accounting year runs from 1 January to 31 December of each year. The accounting year results are presented to the Assembly of the Members by 31 March. In the performance of his or her duties the Treasurer may draw on the collaboration of other members or external consultants.

17. The Auditors, who elect among their members the President of the College and who may include persons chosen from outside the Association, oversee the economic management of the Association and examine and approve the budgets.

18. The finances of the Association are derived from membership fees and, potentially, contributions from the State, from public or private institutions, and from Sustaining Members.

19. The Association can be dissolved with a vote of four fifths of the members. Closure follows the norms set out in the Civil Code.

20. The organs of the Association have no claim to any compensation. Reimbursement may be provided for more substantial expenditures. The duration of offices is three years.

21. This Statute can be modified by the General Assembly of members provided that 50% plus one of those entitled to vote are present.

22. Transitory norms:
The Association is administered in the first three years following its constitution by the Executive Board, appointed by the Founding Members. The Board initiates activities, promotes the Association and garners the necessary support.

Rome, 20 November 2000

Among the Founding Members, signatories of the Registrarte Statute, are:
Maria Grazia Medici Benini, Mibac, Roma;
Orsola Bonifati, Istituto Nazionale per la Grafica, Roma;
Flaminia Bonino, Palaexpo, Roma;
Daniela Cecchini, Mibac, Roma;
Giovanna Coltelli, Gnam, Roma;
Tiziana Giuberti, Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara;
Cristina Intelisano, Mibac, Roma;
Ginevra Mariani, Istituto Nazionale per la Grafica, Roma;
Maria Vittoria Marini Clarelli, Gnam, Roma;
Federica Pirani, Comune di Roma, Sovraintendenza ai Beni Culturali, Roma;
Andrea Enrico Rossi, Zètema Progetto Cultura srl, Roma;
Kathryn Lucinda Spurrell, Arthemisia, Milano;
Barbara Tomassi, Gnam, Roma.



com